Pisa 27-28 gennaio 2018

PRO MONOPOLI-SURGELSUD: “SPERANZE, CERTEZZE, OMBRE” ALLA GRAN FONDO DI PISA

La stagione agonistica remiera 2018, in mare, si è tradizionalmente inaugurata con l’assegnazione dei primi titoli italiani di gran fondo (per le categorie agonistiche ragazzi, junior, PL, under 23, senior) alla Navicelli Rowing Marathon a Pisa. Giornata splendida, meteorologicamente parlando, corollario idoneo per le numerosissime gare e giusto premio per atleti ed organizzatori. Il programma gare prevedeva, inoltre, la disputa di regate per gli under 14(allievi e cadetti) e master, categorie non agonistiche. In quest’ultime, la Pro Monopoli-Surgelsud, riporta due successi, di taratura e peso specifico diverso, ma pur sempre due vittorie. Nella categoria cadetti, l’ultima dell’under 14 ed anticamera del gradino più basso delle categorie agonistiche, qual è quella dei ragazzi, Emanuele Console (figlio d’arte) e Francesco Perrotta (detto Ciccio) conquistano un prezioso oro su ben quaranta equipaggi iscritti, con un ottimo riscontro cronometrico.

La loro prestazione, eccellente, rappresenta un ottimo viatico per la stagione in corso ma, soprattutto, (sempre che continuino a crescere sulla strada appena iniziata) per il prossimo anno, con l’esordio nel canottaggio agonistico che conta. Quindi una bella speranza in cui credere, per il loro allenatore di riferimento Mauro Susca e per il sodalizio promonopolitano. L’altra vittoria è stata conseguita dall’otto master femminile (equipaggio misto con L.N. Brindisi e La Pescara) composto da Federica Romanelli, Daniela Pisani, Rosy Losavio, Luciana Reale, Maria Cristina Vianale, Nicla Zaccaria, Maria Teresa Indiveri, Paola Notarpietro, con a timone Giorgia Cellie (categoria 43-54anni). La loro vittoria bissa quella già ottenuta nel 2016, sempre a Pisa, ma con equipaggio interamente societario. Nel canottaggio amatoriale-master femminile rappresentano, nella specialità dell’otto, una certezza e la loro leadership, attualmente, non è messa in discussione. Risultati alla mano. Da rivedere, invece, gli equipaggi promonopolitani iscritti nella categoria ragazze(doppio) e junior maschile(doppio). La stagione, per loro, non è iniziata nel migliore dei modi, ma c’è tempo per rimediare. Da segnalare, infine, il ritorno alla ribalta nazionale, del promonopolitano di scuola, Michele Quaranta, già da anni in forza alla Marina Militare di Sabaudia. Per lui un ottimo bronzo nella categoria del doppio P.L. che lo rilancia verso il club azzurro, dove ritroverà Emanuele Fiume e Clara Guerra, promonopolitani doc., attualmente impegnati nel raduno olimpico “Tokio 2020” a Sabaudia.