Titolo tricolore per la triestina Elena Waiglein

Brindisi , 12 gennaio 2014 - Si laurea campionessa italiana indoor Elena Waiglein (Saturnia), chehttp://www.canottaggio.org/2014_2news/foto/varie/0112_fvg/!cid_2_1767884806@web171202_mail_ir2_yahoo.jpg sul parterre brindisino domenica mattina faceva fermare i cronometri su un eccellente 7'12”, terza migliore prestazione al femminile della manifestazione tra tutte le categorie. Erano 279 (86 donne e 193 uomini) in rappresentanza di 44 società gli atleti che domenica erano impegnati a Brindisi, nella palestra della Caserma "Ermanno Carlotto" della Brigata Marina San Marco, a darsi battaglia sui remoergometri per conquistare, ragazzi, junior e senior, i primi titoli tricolori della stagione, mentre gli under 14 il Meeting nazionale allievi e cadetti.

Un buon inizio per la triestina Waiglein (che detiene il record italiano indoor nella categoria ragazze), lo scorso anno argento in 4 senza ai mondiali juniores di Trakai in Lituania, che non ha avuto eccessive difficoltà a regolare sui 2000 metri del percorso Cavallini (a 28”) ed Esteri (a 46”). un buon inizio per l'atleta del club barcolano preparata da Barbo, che quest'anno, all'ultimo in categoria, punta decisamente alla conquista del suo primo titolo iridato della sua carriera, come anche a contribuire con i colori della sua società al primo tricolore in otto, barca che il Circolo di viale Miramare sta preparando (per la prima volta) per i campionati italiani di giugno. 18 anni (che compirà proprio questo mese), la Waiglein al momento rappresenta nel canottaggio regionale l'unica atleta in grado di poter ambire ad un posto in squadra alle Olimpiadi di Rio 2016.

Al Campionato Italiano Indoor di Brindisi era presente anche l'Adria con il senior Pietro Milos e l'esordiente Massimiliano Tumburus, mentre nel meeting Nazionale gareggiava tra le cadette la Camilla Andiloro. Atleta versatile, che spazia dal tipo libera al coastal rowing, passando per l'indoor, Milos conquistava a Brindisi la medaglia d'argento tra i senior (6'51”), preceduto e seguito da due atleti della Cavallini. Medaglia di bronzo per l'esordiente Massimiliano Tumburus (6'28”), terzo dietro ad Amalfi e Tomei. Nato agonisticamente alla Polisportiva San Marco, Tumburus è al suo primo impegno nazionale, ed alla prima medaglia ad un tricolore. Nel Meeting nazionale allievi e cadetti, sulla distanza dei 1500 metri, medaglia d'oro ancora per un rappresentante dell'Adria, Camilla Andiloro, che tra le under 14 ha fatto fermare il display del suo remoergometro su 5'50”, dopo aver lottato fino alle ultime palate con l'atleta della Monate giunta seconda di pochissimo (5'51”).