Trakai 9-10 luglio 2016

LA PRO MONOPOLI-SURGELSUD SUL PODIO AI CAMPIONATI EUROPEI 2016 E AL FESTIVAL DEI GIOVANI

Week-end remiero ricco di soddisfazioni internazionali e nazionali quello vissuto dal Circolo Canottieri Pro Monopoli- Surgelsud. Clara Guerra e Sara Monte impegnate insieme alla Pelacchi(Lario) e Bartalesi(Varese) nel quattro di coppia a Trakai, in Lituania, per i Campionati Europei juniores. L'equipaggio, anche se da poco assemblato e con poche uscite alle spalle,

facendo leva sulla grande esperienza internazionale delle due promonopolitane, hanno conquistato un bronzo di tutto rispetto dietro le tedesche e le rumene a meno di due secondi dalle prime e praticamente appaiate alle seconde. Questo bronzo, di notevole spessore tecnico, rappresenta un'ulteriore tappa di avvicinamento ai mondiali junior, ormai prossimi, in agosto. In contemporanea, il circolo promonopolitano era impegnato a Sabaudia per il Festival dei Giovani, tradizionale evento clou stagionale per gli under 14, che vede partecipare le eccellenze del settore giovanile. In questa competizione che mette in luce i giovani talenti in prospettiva futura, la Pro Monopoli-Surgelsud ha conquistato 7 ori, 4 argenti e 6 bronzi per un complessivo di 17 podii. Tali risultati hanno collocato il circolo promonopolitano al quinto posto assoluto nel medagliere generale, con 125 società partecipanti ed al quattordicesimo posto assoluto per quanto attiene il punteggio. E' indubbio che il quinto posto nel medagliere è la riprova dell'alto livello tecnico di questi ragazzi sapientemente guidati dall'intero staff tecnico societario diretto da Daniele Barone e Mauro Susca. La grande attenzione che da sempre la società ha avuto nei riguardi del vivaio ha permesso poi di sfornare, in continuità, atleti del calibro di Quaranta, Fiume, Guerra e Monte, campioni medagliati, con titoli italiani, titoli mondiali e continentali alle spalle. Quindi grande orgoglio per la società essere riusciti, ancora una volta, a centrare bersagli agonistici di tutto rispetto e soprattutto a svolgere quel ruolo sociale, previsto dall'ordinamento statuario, mirante a promuovere lo sport agonistico anche in un'ottica preventiva delle devianze in età giovanile. Medaglie, titoli mondiali, continentali, nazionali ma anche semplice attività sportiva. Questo il segreto che rende unica la Pro Monopoli e che è alla base del suo successo ultracentenario.